Scuola Genitori

genitori di mano in mano

 

Cos’è

E’ un progetto che si sviluppa in due diverse aree di intervento strutturato: un gruppo genitori mirato ed un’attività di tipo seminariale

Finalità

Creare momenti di incontro e confronto con esperti, per aiutare padri e madri ad affrontare in modo consapevole e sereno il loro delicato ruolo, con la convinzione che sia necessario e urgente un lavoro di squadra e una sempre maggior coesione educativa tra le figure adulte impegnate nel difficile mestiere dell’educatore.

1. Il Gruppo Genitori

La prima risorsa che il progetto mette a disposizione è il gruppo, come strumento in grado di innescare un processo di uscita dall’isolamento, per mettere in comune la propria ricerca e il proprio problema di gestione dei figli adolescenti con altre famiglie, condividendo strumenti, ma anche ansie, aspettative, soluzioni, idee, strategie di gestione dei problemi e del quotidiano.

Il gruppo offre la possibilità da un lato di condividere i problemi, dall’altro di attivarsi con strategie di problem solving, riscoprendosi protagonisti attivi del proprio percorso di vita. Tutto questo in un clima di fiducia, dove si struttura uno spazio di confidenza che sfrutta le potenzialità supportive ed evolutive che solo il gruppo coadiuvato dalla gestione di esperti può offrire.

Metodologia

Il gruppo che si intende costituire, pur essendo animato da due conduttori, mantiene le caratteristiche del gruppo di auto aiuto. All’ interno di esso ogni persona, che inizialmente si percepisce spesso solo come bisognosa d’aiuto, può sperimentare di essere persona in grado di dare aiuto; da soggetto passivo, quindi, ciascun genitore diviene soggetto attivo, verso se stesso e verso gli altri.

La caratteristica fondamentale del gruppo è l’essere un contesto orizzontale tra pari.

Proprio per far emergere e valorizzare le risorse del gruppo, i facilitatori si porranno come risorsa per fornire stimoli e per favorire la comunicazione all’interno del gruppo, facendosi garanti dell’espressione e della partecipazione di ciascun membro.

In generale, il processo che si attiverà dovrà essere in grado di non delegare all’”esperto” la responsabilità del proprio compito educativo e, dunque, la responsabilità complessiva di sé. La modalità non frontale di conduzione favorirà l’attivazione di una evoluzione in cui saranno i genitori stessi ad essere protagonisti.

Target

Ai gruppi possono partecipare genitori di figli adolescenti che presentano disturbi del comportamento derivati da abuso di sostanze, e con altre forme di disagio psico-sociale.

Quando

Il gruppo, attivato nel 2013, dopo due anni di attività è al momento sospeso. Per informazioni, contattare la segreteria della Comunità.

2. SEMINARI: FIGLI ADOLESCENTI, GENITORI COMPETENTI

Cicli di incontri seminariali, a cadenza mensile, tenuti da esperti di livello nazionale, intesi come una risorsa a disposizione del mondo adulto che si trova a ricoprire responsabilità educative

A chi sono rivolti

Gli incontri, pensati in primo luogo per i genitori, sono comunque aperti a tutti coloro che ricoprono ruoli educativi con adolescenti (insegnanti, educatori, allenatori)

Quando

Il prossimo ciclo di incontri è previsto per l’autunno 2015. Il programma sarà pubblicato sul sito.